Obbiettivi didattici e professionali


Nato nel 2004 e aggiornato ogni anno grazie alla sperimentazione didattica e professionale il programma di formazione si pone come obiettivo primario quello di garantire agli attori, agli insegnanti, ai ricercatori, agli operatori di teatro sociale, ai terapeuti, ai conduttori di gruppi di discipline affini al teatro, ai danzatori, un percorso didattico ed esperienziale completo per apprendere teoria e tecnica dell’utilizzo della teatroterapia nella relazione d’aiuto individuale e gruppale.

Il Corso di Formazione Professionale propone agli allievi materie ed esperienze didattiche differenti nel campo della terapia olistica (meditazione, bioenergetica, costellazioni familiari, tecniche gestalt, danza movimento terapia e arte terapia) garantendo un costante rimando alle importanti connessione tra teatro e “ascolto di sé”.

Durante il corso sono frequenti, all’interno delle ore didattiche, gli incontri con docenti e professionisti di percorsi terapeutici all’avanguardia, l’obiettivo formativo finale di questi incontri è quello di conferire esperienze e conoscenze agli allievi per produrre autonomamente progetti teatrali-terapeutici utilizzando il metodo espressivo -bioenergetico.

?Il corso professionale si occupa di sostenere “un ponte di competenze” specifiche, per approfondire e sperimentare con metodo la teatroterapia, garantendo ad ogni allievo il riconoscimento delle competenze acquisite sino ad oggi e guidandolo con estrema personalizzazione all’integrazione professionale della TEATROTERAPIA operando per favorire un concetto di “salute” come “uno stato di completo benessere fisico, psichico e sociale “ (OMS 1948).

Gli obiettivi didattici convergono da anni nel rispondere ai bisogni di giovani, professionisti avviati ed appassionati che desiderano strutturare tutte le loro competenze in ambito teatroterapeutico.

 

?I principali obiettivi delle aree teoriche ed esperienziali si occupano di :

  • valutare e comprendere COSA del teatro e COME SI Può definire “terapeutico” 
  • garantire una standardizzazione coerente di analisi e progettazione di gruppi e incontri di aiuto attraverso l’uso del teatro 
  • studiare e fare esperienza degli elementi fondanti della disciplina Teatroterapia, comprendendone l’utilizzo specifico suddiviso per tipologie d’utenza (bambini, adolescenti, adulti e categorie e gruppi specifici)
  • integrare le discipline olistiche più affini scegliendo struttura, tempi e metodologie sperimentate e riconosciute (bioenergetica, costellazioni familiari, floriterapia, meditazioni attive)
  • approfondire lo studio delle tecniche di comunicazione nel loro approccio più etico per sostenere una relazione d’aiuto accogliente, empatica ed efficace (PNL e Ipnosi eriksoniana)
  • apprendere le tecniche di osservazione di un gruppo legate nello specifico alla valutazione e all’analisi dei processi espressivi e delle dinamiche principali (transfert, contro-transfert) 
  • definire con precisione la propria professionalit? per promuovere i percorsi elaborati con sicurezza e riconoscimento del valore comunitario, sociale e terapeutico del teatro.